2003:
Premiato da BasketOver Zio Ballin

Zio Ballin: lo vogliamo ricordare così! Con grande sorpresa per tutti i partecipanti al basketover, ha fatto il suo ingresso in campo a bordo di un auto accompagnato da Charlie Caglieris e con tutti gli onori degni di in capo di stato. Un pezzo di storia cestistica piemontese che per più di mezzo secolo è stato l’anima pulsante dell’oratorio della Crocetta. Tra l’emozione e l’entusiasmo si è seduto sulla panchina della Crocetta sia over 40 sia 50 e naturalmente con tanto di foto rispettando la tradizione, sedendosi al centro su un trono che gli spetta di diritto. Grazie anche a questa manifestazione si riscoprono personaggi e storie che devono essere tramandate non solo con la memoria storica ma con un atto concreto. Infatti, uno degli obiettivi di questa manifestazione, è quello di aprire uno scrigno di storia del basket piemontese che, in quei particolari periodi, ha incredibilmente vissuto momenti veramente diversi. Un patrimonio da tramandare sperando che possano essere da esempio nel difficile mondo del basket di oggi.

Valentino Ballin: Intitolata a lui la Palestra della Crocetta La palestra dell’Istituto Don Bosco Crocetta porterà il nome di Valentino Ballin, il salesiano scomparso il 16 settembre 2005 e ricordato come lo “Zio Ballin” da generazioni di cestisti che hanno mosso i primi passi nel cortile dell’oratorio e sul parquet di via Piazzi, e non solo.

La cerimonia di intitolazione si svolgerà domenica 24 settembre, alle ore10.30, al termine della Santa Messa celebrata nella palestra di via Piazzi 25 dal Direttore della Comunità Salesiana, Don Luigi Testa.

A seguire si disputerà un incontro di vecchie glorie tra le quali Charlie Caglieris e Stefano Vidili, due degli ex ragazzi dello Zio Ballin che hanno calcato i più importanti parquet d’Italia e d’Europa, e numerosi altri giocatori cresciuti cestisticamente proprio nella PGS Don Bosco Crocetta.

 le immagine della premiazione a Parco Ruffini

Lascia un commento